Maria João Pires

La sua carriera inizia prestissimo: a cinque anni tiene il primo recital e a sette anni esegue pubblicamente i Concerti per pianoforte di Mozart a Porto, sotto la direzione del M° Ino Savini. Negli anni seguenti studia pianoforte e composizione musicale al Conservatorio di Lisbona e alla Musikakademie di Monaco di Baviera. Nel 1970 raggiunge la fama internazionale vincendo il Concorso del bicentenario beethoveniano a Bruxelles. Da allora si esibisce come solista e assieme alle maggiori orchestre del mondo. È la fondatrice del Belgais Centre for Study of the Arts, una struttura pensata per offrire ai giovani artisti la possibilità di sviluppare il proprio talento.

Ha preso parte a La lettera (film 1999).
Nel 2006 si è trasferita a Salvador in Brasile, dove conserva la sua casa, pur trascorrendo la maggior parte del tempo in Svizzera, dove ha figli e nipoti, ai quali vuole essere vicina.

Il repertorio di Maria João Pires è molto vasto e include le opere dei principali compositori classici e romantici. Tra le registrazioni notevoli ricordiamo l'integrale delle Sonate per pianoforte di Mozart, degli Improvvisi di Schubert e dei Notturni di Chopin. Secondo Bryce Morrison della Gramophone, quest'ultima registrazione è in assoluto la migliore versione disponibile: «Sento di poter affermare senza esitazioni che Maria João Pires - artista del tutto aliena da ogni forma di narcisismo - è uno dei maggiori maestri dei nostri tempi».


​Fonte: Wikipedia




       http://www.deutschegrammophon.com/en/artist/pires/biography
  https://www.facebook.com/mariajoaopires